Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
I dati pubblicati relativi al 2016 sono dati non ancora ufficiali in quanto non convalidati da OCSE - DAC

Rafforzamento della filiera della pesca d'acqua dolce in Tunisia.

Tunisia

Costo totale dell'iniziativa

€ 1.137.265,0
Suddivisi in
  • Prestiti -
  • Donazioni € 1.137.265,0

Dati finanziari aggiornati al 17.11.2015

Status

50 Completato
50%

Tunisia


Luogo

Regione: Nord-Ovest (Governatorati di Jendouba, El Kef, Béja e Siliana) Città/Località: Tabarka, El Kef, Béja e Siliana

Obiettivo principale

Contribuire alla gestione e alla valorizzazione sostenibile delle risorse naturali del territorio nei governatorati di Jendouba, El Kef , Siliana e Beja e di contribuire all’inclusione socioeconomica della popolazione tunisina, in particolare delle donne e dei giovani

Dati dell'iniziativa

Numero dell'iniziativa 010146
Scopo Fishery development
Settore III.1.c. Fishing, Total

Soggetti

Finanziatore MAE - Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo
Autorità locale Groupement Interprofessionnel des Produits de la Pêche (GIPP); Union des Diplômés Chômeurs (UDC)
Responsabile in loco -
Altri finanziatori COSPE: 453533.0

Beneficiari

La proposta si rivolge ai pescatori muniti di autorizzazione alla pesca ed organizzati in GDA e ai giovani che intendono richiedere l’autorizzazione per svolgere attività di pesca nei bacini continentali. Il numero di pescatori nella Regione Nord Ovest è stimabile a 100 per un totale di 450 beneficiari diretti (4,5 media per nucleo familiare). La proposta si rivolge inoltre a 60 donne e 50 giovani residenti attorno ai bacini dove viene praticata la pesca d’acqua dolce, per cui la carenza di opportunità di lavoro e di reddito rappresenta un grave problema che si tramuta spesso in emigrazione.

Il 13,4% dei beneficiari sono donne.
-
-
-
-