Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
I dati pubblicati relativi al 2016 sono dati non ancora ufficiali in quanto non convalidati da OCSE - DAC

RISPOSTA ALL'APPELLO DEL GOVERNO LIBANESE PER IL RECOVERY RECONSTRUCTION AND REFORM - ART. 15

Libano

€ 8.800.000
Impegnati
€ 8.800.000
Erogati

Finanziatore

AICS - Agenzia Italiana di Cooperazione e Sviluppo (DGCS fino al 2015)

Esecutore

-

Descrizione

Il Governo italiano ha deciso di concedere, a seguito della Conferenza di Parigi, 8,8 milioni di Euro come sostegno al bilancio del Governo libanese, per la riabilitazione di infrastrutture prioritarie e lo sviluppo di servizi soprattutto nei settori della sanità, del sistema idrico, ambientale, dello sviluppo economico e della tutela del patrimonio culturale. Nello specifico sono state finanziate le seguenti iniziative: - Progetto per la conservazione del Castello di Chamaa nel Sud del Libano (0,7 milioni di Euro) - Progetto di riabilitazione del Khan el-Ishli (Cavanserraglio della Prigione) presso il centro storico di Saida (1,5 milioni di Euro) - Lavori aggiuntivi e di completamento della rete per l’approvvigionamento idrico di alcuni villaggi delle Regioni di Tripoli e Koura (4 milioni di Euro) - Monitoraggio Ambientale e Sviluppo Sostenibile delle Coste Libanesi CANA-CNRS Boat (2,3 milioni di Euro) 0,3 milioni di euro come fondi aggiuntivi per il progetto Riabiliatazione dell'Ospedale Universitario di Baabda. leggi tutto chiudi

Anno Impegnati Erogati
2008 € 8.800.000 € 8.800.000

Dati del progetto

  • Data inizio prevista 01/09/2008
  • CRSID2008000513
  • Scopo General budget support-related aid
  • Tipo di finanziamento Dono esclusi interventi sul debito
  • Flow type ODA Grants
  • Bi/Multilaterale Bilateral