Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci

FORMAZIONE DI QUADRI SANITARI. SOSTEGNO ALLA FACOLTA' DI MEDICINA UNIVERSITA' CATTOLICA DEL MOZAMBICO.

Mozambico

€ 48.665
Impegnati
€ 48.665
Erogati

Finanziatore

AICS - Agenzia Italiana di Cooperazione e Sviluppo (DGCS fino al 2015)

Esecutore

-

Descrizione

Per ridurre la mortalità materna e quella neonatale, priorità assoluta del Ministero della Sanità del Mozambico, il progetto prevede di migliorare la gestione di: fertilità, visite prenatali, parto e sue complicanze, rianimazione del neonato, allattamento precoce, visite post natali, mobilitazione della comunità, promozione della prevenzione della trasmissione verticale madre-figlio e la loro messa in terapia. L'intervento prevede attività di formazione, ricerca operativa e assistenza clinica, con l'obiettivo di raggiungere 20.000 gravide e neonati in tre anni nella città di Beira, di cui circa 5.000 sieropositive ed altrettanti bambini esposti. Si considerano tra i beneficari ancheil personale sanitario dei reparti di ostetricia, ginecologia, neonatologia e medicina interna dell’HCB (circa 80 persone) e il personale di salute materno infantile dei 6 Centri di Salute (circa 80 persone). Il progetto prevede la formazione del personale medico, in linea con i principali interventi della Cooperazione Italiana in ambito sanitario in Mozambico, e priorità assoluta per il Governo Mozambicano, e la preparazione degli studenti della Facoltà di Medicina dell’UCM (circa 250 l’anno). Beneficiarie principali del progetto sono donne e ragazze. leggi tutto chiudi

Anno Impegnati Erogati
2008 € 3.476 € 3.476
2007 € 18.187 € 18.187
2006 € 12.720 € 17.110
2005 € 14.281 € 9.892

Dati del progetto

  • Data inizio prevista 28/07/2003
  • CRSID2006000964
  • Scopo Medical education/training
  • Tipo di finanziamento Dono esclusi interventi sul debito
  • Flow type ODA Grants
  • Bi/Multilaterale Bilateral
  • Free Standing Technical Cooperation