Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci
I dati pubblicati relativi al 2016 sono dati non ancora ufficiali in quanto non convalidati da OCSE - DAC

Sostegno al Programma Paese dell'UNFPA in Afghanistan - lotta al Gender Based Violence

Afghanistan

€ 900.000
Impegnati
€ 900.000
Erogati

Finanziatore

AICS - Agenzia Italiana di Cooperazione e Sviluppo (DGCS fino al 2015)

Esecutore

UNFPA - United Nation Population Fund

Descrizione

Il progetto "Creazione di una risposta coordinata e multi-settoriale per la violenza di genere attraverso l'integrazione di servizi di assistenza e di riferimento professionali nel settore sanitario" prevede l'introduzione di un Centro di Protezione Famigliare (FPC) per le GBV survivors all'interno delle strutture sanitarie, in modo da offrire una scelta più ampia di supporto alle donne e bambine sottoposte a violenza. Gli FPs offrono alle vittime di GBV un luogo sicuro dove ricevere servizi di base, tra cui supporto psicologico e medico, aiuto nella raccolta delle prove, informazioni e riferimento. La Cooperazione Italiana ha sostenuto lo sviluppo del progetto nella provincia di Herat. Attraverso il FPC situato all'interno dell'Ospedale Regionale, le vittime di GBV a Herat hanno ora accesso ai servizi di base in un unico luogo. L'obiettivo finale del progetto è quello di contribuire ad un ambiente sicuro e non violento per le donne e le ragazze in Afghanistan, mentre il suo obiettivo immediato è la creazione di un percorso di riferimento e servizi di assistenza per le vittime GBV. leggi tutto chiudi

Anno Impegnati Erogati
2013 € 900.000 € 900.000

Dati del progetto

  • Data inizio prevista 05/08/2013
  • CRSID2013000134
  • Scopo Women's equality organisations and institutions
  • Tipo di finanziamento Dono esclusi interventi sul debito
  • Flow type Official Development Assistance
  • Bi/Multilaterale Bilateral